Leslie Phillips, comica che arrangiava le streghe, muore a 98 anni

Leslie Phillips, l’attore britannico che ha interpretato molti ruoli comici nella sua carriera iniziata prima della seconda guerra mondiale e che ha poi raggiunto nuove generazioni di spettatori quando ha fornito la voce di Cappello Parlante nei film di Harry Potter, è morto lunedì nella sua casa londinese. Aveva 98 anni.

Il suo agente, Jonathan Lloyd, ha confermato la morte.

Il signor Phillips ha iniziato a recitare da adolescente, sostenendo la sua famiglia dopo la morte del padre sulla quarantina. La sua carriera nascente fu interrotta dal servizio militare alla fine della seconda guerra mondiale, ma a metà degli anni ’40 lo riprese, sebbene all’inizio si trovasse principalmente nelle “vecchie sale da musica buie e infestate dai topi dell’Inghilterra settentrionale”, poiché lo mette nella sua biografia L’autobiografia “Hello” (2006).

Alla fine ha iniziato ad avere successo alla radio, in particolare nel lungometraggio comico “The Navy Lark”, passando da piccoli ruoli nei film e in televisione a ruoli più grandi. Ha attirato l’attenzione per la sua interpretazione in “Les Girls” di Gene Kelly nel 1957.

Quando è tornato in Inghilterra da Hollywood dopo quel film, ha detto al Daily Telegraph nel 2010: “Avevo molti scenari tra cui scegliere”.

Ha aggiunto: “Mi sono opposto al mio agente e ho detto che avrei ‘continuato a lavorare come infermiera’ – un primo ingresso in quella che è diventata una serie di successi di rapida produzione che, nei decenni successivi, hanno parodiato l’esercito, la professione medica, la storia britannica e anche i film di ‘Emmanuelle’ soft.

Il signor Phillips è apparso anche in “Carry On Teacher” (1959) e “Carry On Constable” (1960), ma non faceva parte del cast dell’ensemble che era il fulcro di quei film. Anni dopo, però, nel 2010, è stato l’ospite di “Carry On Forever!” BBC Radio 2 dà un’occhiata al franchise.

È apparso in altre serie di film satirici, in Doctor in Love del 1960 e Doctor in Trouble del 1970. Nel 1978 The Evening Post of Reading è stato in grado di dire che il signor Phillips “è stato uno degli attori più famosi e amati della Gran Bretagna per più di 40 anni ”, e metà della sua carriera era appena finita.

In seguito ha lavorato regolarmente alla televisione britannica, inclusi ruoli ricorrenti in “Chancer”, “The House of Windsor” e altre serie negli anni ’90. Ha continuato ad apparire in commedie ma è apparso anche in drammi, tra cui “Out of Africa” ​​​​(1985) e “The Jackal” (1997).

Il signor Phillips ha lavorato anche sul palco e, sebbene fosse noto per le sue frasi comiche, ha ridacchiato la frase “Bene, ciao!” e “Ding Dong!” Famoso dai film – a volte si sentiva in dovere di sottolineare che aveva una portata più ampia.

“Ho fatto tutti i classici”, ha detto in un’intervista del 2010. “Sono stato a Stratford.”

Certamente ha riflettuto seriamente su quella che potrebbe essere una performance vista da più spettatori di chiunque altro: la sua voce funziona come il cappello di smistamento, il copricapo onnisciente che ha smistato le matricole della Scuola di Magia di Hogwarts nelle loro case nei film di Harry Potter. , iniziato nel 2001 con il film “Harry Potter e la pietra filosofale” diretto da Chris Columbus.

“Ho lavorato solo con il regista e ho dedicato molto tempo per ottenere il suono giusto”, ha detto a NewsQuest Media Group nel 2002. . “

Ha ripreso il ruolo in diversi sequel.

Leslie Samuel Phillips è nata il 20 aprile 1924 nella zona del Tottenham di Londra da Fred e Cecilia Phillips.

“Sono cresciuto circondato dalla malattia”, ha detto al Daily Mail di Londra nel 1999, e suo padre, che lavorava nel consiglio del gas, è morto quando Leslie era giovane. Sua madre, sperando che il ragazzo potesse ottenere un reddito, lo mandò a una scuola di teatro e all’età di quattordici anni andò in tournée nazionali.

“Le persone nel cast sono sempre diventate i miei zii e le mie zie”, ha detto. “Ho imparato molto. Mi hanno incoraggiato a leggere e mi hanno insegnato tutte le cose che non avrei fatto a casa o a scuola. È stata tanto un’istruzione quanto un lavoro”.

Dopo la guerra ha sposato l’attrice Penelope Bartley e hanno avuto quattro figli prima di divorziare nel 1965. Successivamente è morta in un incendio. La sua seconda moglie, Angela Scholar, anche lei attrice, si è suicidata nel 2011. Tra i suoi sopravvissuti c’è la sua terza moglie, Zara Carr.

A metà degli anni ’80, la madre 92enne del signor Phillips fu gravemente ferita in un furto con scasso. Ha detto che gli assalitori l’hanno picchiata fino a farla perdere i sensi perché non avrebbe rinunciato alla sua borsetta contenente alcuni ricordi di famiglia. Morì diversi mesi dopo in ospedale.

“È stata la più grande tragedia della mia vita”, ha detto al Daily Mail nel 1993. Andavo in ospedale a farle visita e poi gironzolavo per le strade, cercando un ragazzo con la maglietta gialla che ho descritto alla polizia”.

Se la sua vita personale era piena di episodi oscuri, la sua carriera continuava a piacergli.

“Sembra che abbia un fascino molto generale”, ha detto nel 2002, un anno dopo aver recitato nel primo film di Harry Potter e Lara Croft: Tomb Raider, un altro film rivolto a un pubblico più giovane. “Ricevo i messaggi più belli dagli anziani che stanno seguendo la mia carriera, e poi ricevo un’enorme quantità di messaggi dai giovani”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *