Le azioni dell’America hanno portato a un mondo instabile?

John Stewart si è seduto con l’ex Segretario di Stato Hillary Rodham Clinton e Condoleezza Rice e ha posto loro una domanda molto seria: “Le azioni dell’America hanno portato a una situazione instabile e più globalizzata che ha alimentato il populismo in questo paese e lo ha infiammato in Europa?” “

Nel podcast “The Problem with Jon Stewart” di venerdì, il comico ha riunito entrambi i lati della navata politica e ha trovato un terreno comune nella discussione sulla politica estera americana dando uno sguardo ampio alle tensioni all’interno dell’America tra voci liberali e conservatrici. Secondo lui, i movimenti popolosi emersi da questa tensione hanno creato “oscillazioni del pendolo” che sono diventate “linee di faglia” nel nostro paese, causando preoccupazione per la percezione in tutto il mondo.

“[Vladimir] Putin ha fatto una grande distinzione – e penso che sia qualcosa che sembra essere il modo in cui stanno andando questi movimenti – che dice: “Non sono contro l’Occidente; sono contro liberale West “, ha detto Stewart del presidente russo. Penso che ci siano movimenti populisti illiberali all’interno dell’Occidente che sono più allineati con noi. Sono più omofobi, sono più nazionalisti cristiani”.

Hillary Clinton, Condoleezza Rice, Jon Stewart
Gli ex segretari di Stato Hillary Clinton e Condoleezza Rice si uniscono a Jon Stewart nel suo podcast The Problem with Jon Stewart (Apple TV+)

Naturalmente, dobbiamo essere più inclusivi, più consapevoli di quei tipi di sentimenti, credenze e valori profondamente radicati. Ma quando la gomma colpisce la strada il più delle volte, c’è qualcuno che dice: “Non rispetti le mie opinioni religiose e voglio che tu faccia ciò in cui credo”. Clinton ha detto. “È qui che inizia la complessità. Perché parte di ciò che abbiamo fatto, sai, con il Primo Emendamento e la separazione tra Chiesa e Stato è dire: ‘Sai una cosa? Ho bisogno di fare un lavoro migliore rispettando le tue convinzioni o convinzioni religiose la mancanza delle credenze religiose”.

La Rice ha aggiunto che sebbene sia notevolmente conservatrice, è spesso etichettata da molti a destra perché vive in Occidente ed è favorevole alla scelta. “Ho sentito alcuni dei miei colleghi dire: ‘Dovrei andare in Alabama e vedere cosa ne pensano queste persone'”, ha detto l’ex segretario nato in Alabama. riconoscerlo. Non possiamo permettere che l’uno sopprima l’altro, ma dobbiamo renderci conto che si tratta di una divisione a doppio senso, non a senso unico”.

Jon Stewart difende il monologo SNL di Dave Chappelle sull'antisemitismo:

“Penso che molte volte, però, inventiamo l’idea che le coste siano un po’ fuori dal mondo. Quante volte vedi qualcuno dire: ‘Non sai cosa veramente disse Stewart. “La saggezza prevalente è che la sinistra è censurata e che la sinistra a causa della correttezza politica si sta svegliando e vuole impedire alle persone di parlare”.

Altri in tutto il mondo vedono tutto questo marchio e segmentazione avanti e indietro in America – e Stewart si chiede quale effetto abbia sulla percezione di questo paese nel processo.

“Le azioni dell’America hanno portato a una situazione instabile e a una maggiore globalizzazione, che ha infiammato il populismo in questo Paese e lo ha infiammato in Europa?” Chiesto. “La nostra incapacità di controllare questo aspetto della nostra società getta i semi dell’instabilità che vediamo in tutto il mondo che porta a questa oscillazione popolare illiberale del pendolo? E come lo controlliamo?”

Guarda la breve clip dell’intervista nel video qui sopra, oppure guarda l’intero podcast cliccando qui.

La reputazione tossica degli Stati Uniti

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *