Shadow lancia il servizio di cloud storage Shadow Drive • TechCrunch

Shadow è ora ufficialmente un’azienda tecnologica con due prodotti diversi. Oltre a un servizio di cloud computing che funziona bene per i giochi, l’azienda sta lanciando Shadow Drive, un servizio di cloud storage basato su Nextcloud.

“È passato ormai un anno e mezzo da quando Octave Klapa ha acquisito Blade con una visione: rimuovere le barriere tecnologiche e portare la potenza del cloud computing a tutti”, ha dichiarato Stéphane Heliot, co-fondatore e vicepresidente esecutivo, in una conferenza stampa a Parigi.

Octave Klaba è il fondatore di OVHcloud e ha acquisito Shadow (ex Blade) per salvarlo dal fallimento. Da allora OVHcloud è un importante partner di Shadow. Tutti i server Shadow sono stati spostati nei data center di OVHcloud.

Nel maggio 2022, la società ha rivelato una tabella di marcia per il prossimo futuro. Comprende tre diversi pilastri: un servizio di cloud computing consumer che è stato il prodotto di punta di Shadow sin dal primo giorno, un nuovo servizio di cloud storage e un’offerta aziendale dedicata.

Dopo alcune settimane di test, Shadow ha lanciato ufficialmente il servizio di cloud storage Shadow Drive. Se hai seguito i progetti di Octave Klaba, potresti ricordare la sua precedente incursione nello spazio con hubiC. È stato progettato come concorrente di Dropbox, Google Drive o Microsoft OneDrive, ma non è mai decollato.

Shadow preme il pulsante di ripristino con Shadow Drive. Questa volta, l’azienda utilizza Nextcloud come base. Se non hai familiarità con Nextcloud, è una popolare applicazione di archiviazione online open source che puoi eseguire sul tuo server.

Shadow Drive è un servizio ospitato, il che significa che non devi eseguire il tuo server o gestire nulla, proprio come WordPress.com può gestire il tuo sito WordPress per te. Gli utenti possono ottenere un account gratuito con 20 GB di spazio di archiviazione o pagare $ 8,99 o € 8,99 al mese per 2 TB di spazio di archiviazione. Quindi, possono archiviare, condividere e sincronizzare i file in modo che sia possibile accedervi tramite un browser Web, un’app desktop o un’app mobile.

“Shadow Drive si basa su due offerte, gratuita e premium: Simple”, ha affermato Eric Sell, CEO di Shadow. Non monetizzeremo mai i dati personali dei nostri utenti né faremo pubblicità sul nostro sito.

Questo lancio è solo il primo passo perché Shadow Drive è ancora un work in progress. Ad esempio, l’app per iOS è ancora in versione beta. La società prevede inoltre di aggiungere il supporto WebDAV in modo da poter aggiungere il proprio account di archiviazione cloud come unità di rete in Esplora file su Windows o Finder su macOS. Ci saranno anche più moduli Nextcloud in futuro.

Servizio di cloud computing per giocatori e aziende

Per quanto riguarda il servizio di punta di Shadow, il servizio di cloud computing, la società ha lanciato il suo piano Premium solo poche settimane fa. Ora ci sono due configurazioni.

Per impostazione predefinita, gli abbonati ottengono l’equivalente Nvidia GeForce GTX 1080, 12 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione per $ 29,99 al mese o € 29,99 in Europa. È un’istanza di Windows, il che significa che puoi installare quello che vuoi, come Steam, software di editing 3D e altro.

Gli utenti possono aggiungere l’opzione “Power Upgrade” oltre al loro abbonamento di base per altri $ 14,99 al mese (o € 14,99). Questa volta avrai una CPU AMD EPYC 7543P con 4 core e 8 thread, 16 GB di RAM e una GPU Nvidia RTX A4500.

Ho provato Shadow’s Power Upgrade ed è stata un’esperienza molto fluida. Shadow ha già 8.000 clienti che utilizzano questa nuova configurazione e l’azienda sta lavorando sodo per aggiungere nuovi slot.

Crediti immagine: Romain Delette / TechCrunch

Shadow è attualmente disponibile in otto data center. Poiché la latenza è fondamentale per il servizio di cloud computing, l’azienda accetta solo clienti che vivono vicino al data center. Il servizio è disponibile negli Stati Uniti, Canada, Francia, Regno Unito, Belgio, Svizzera, Lussemburgo, Germania, Paesi Bassi, Austria, Italia, Svezia e Danimarca. Il 7 dicembre, Shadow aggiunge la Spagna a quella lista.

Gli utenti possono accedere alla loro istanza Shadow da un computer, telefono, tablet, smart TV Android o Apple TV. L’idea è che dovresti essere in grado di accedere al tuo potente Shadow PC dal PC più semplice.

Ecco perché Shadow sta rilasciando oggi anche la prima versione dell’app Raspberry Pi. Una volta collegati il ​​monitor, la tastiera, il mouse e (facoltativamente) il gamepad, puoi accedere alla tua istanza Shadow.

Di recente, l’azienda ha anche lavorato con clienti aziendali che desiderano controllare più istanze shadow. Ad esempio, Bandai Namco Europe ha utilizzato il servizio per la campagna stampa di Elden Ring. Ma Shadow può essere utilizzato anche da architetti, società di produzione di animazioni e tutti i tipi di dipendenti che hanno bisogno di un computer potente ma non vogliono necessariamente acquistare computer tower.

Shadow formalizza questa offerta con Shadow Business Solutions. Esistono tre diverse configurazioni:

  • Spark (CPU Intel Xeon da 2,5 GHz a 3,1 GHz, 8 vCore, SSD da 256 GB, 12 GB di RAM, GPU NVidia 1080/P5000)
  • Aurora (CPU Intel Xeon da 3,3 GHz a 4,5 GHz, 8 vCore, SSD da 256 GB, 16 GB di RAM, NVidia RTX 5000 con GPU VRAM da 12 GB)
  • Lightning (CPU Intel Xeon da 3,3 GHz a 4,5 GHz, 12 core, SSD da 512 GB, 32 GB di RAM, NVidia RTX 6000 con GPU VRAM da 24 GB)

Queste configurazioni costano rispettivamente € 59, € 89 e € 139 per istanza al mese. Puoi portare la tua licenza Windows o ottenere una licenza Windows Server 2019 per ulteriori € 30 al mese.

Il 5 dicembre, la società inizierà a offrire uno strumento di amministrazione in modo che i clienti aziendali possano creare, modificare e arrestare i PC Shadow da un’interfaccia amministrativa proprietaria.

Ancora una volta, questo è solo il primo passo in quanto l’azienda prevede di aggiungere alcune funzionalità che saranno importanti per i clienti aziendali, come la gestione dei diritti, la ridondanza della configurazione, la gestione dei gruppi e la gestione dei backup.

Infine, Shadow sta anche considerando un nuovo flusso di entrate utilizzando istanze di calcolo istantaneo. In questo caso, Shadow fornirà istanze GPU su richiesta per l’addestramento di modelli AI e altre attività ad alta intensità di GPU. Come puoi vedere, Shadow sta ancora investendo su tutta la linea per aggiungere nuovi prodotti, nuovi paesi e nuovi clienti. È ancora un’azienda relativamente giovane e il cloud computing è un nuovo settore.

Quindi sarà interessante vedere se Sony e Microsoft finiranno per conquistare il mercato del cloud gaming e se anche le grandi società di cloud hosting inizieranno a investire pesantemente nel cloud computing. Per ora, sembra che Shadow sia tornato sulla buona strada.

Crediti immagine: Romain Delette / TechCrunch

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *